ART BUCKET CHALLENGE

ART BUCKET CHALLENGE

Una secchiata d’acqua contro la SLA!

1397257_10205414208457654_5147251026273910973_o

Art Bucket Challenge è una serata benefica condotta da Beppe Braida e dai Mammuth nata dal rilancio su Facebook (nel loro video sfida “Ice Bucket Challenge”) da Diego Casale e Fabio Rossini e accolta dal mondo del cabaret televisivo, del teatro , della musica, della magia e del circo contemporaneo.  L’incasso della serata è devoluto all’AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, impegnata nell’assistenza e nel supporto delle persone con SLA e nel sostegno alla ricerca scientifica su questa malattia neurodegenerativa.

Wall Records in qualità di organizzatore in collaborazione con  il service Juke Box Live, Radio Manila, TRS Radio, l’Associazione Culturale Legione Creativa ha dato vita alla serata portando sul palco del teatro “Le Serre” numerosi artisti.

Comici provenienti da Zelig e Colorado come Franco Neri, Giorgio Verduci, Francesco Damiano, Max Pieriboni, Claudio Sterpone, Giampiero Perone, i sopracitati Beppe Braida e i Mammuth, e Carlo Pistarino.

Hanno allietato la serata diversi gruppi come i Rimozione Koatta, i Bobbysoul, i SoundTruck, i Let’s Beat!, i Dayslived, i Farinei dla Brigna, e splendide soliste come Keyko cosplayer nonchè cantante molto apprezzata su youtube, Bianca che ha incantato l’ultima edizione di San Remo Giovani e la poliedrica Mary che, oltre alla partecipazione da protagonista in molteplici musical, si è anche esibita cantando in location come Saint Vincent riscuotendo enorme approvazione.

Anche la magia ha fatto la sua parte con la partecipazione incantando il pubblico con artisti come il grande mago Alexander, artisti del Club Magico Bartolomeo Bosco e del Cirko Vertigo  e la poesia del Clown Carillon (Paolo Casanova).

Insomma una grande serata ricca di risate, piena di arte e di sentimento dove tutto era incentrato sull’aiutare l’AISLA nel loro impegno per sostenere chi affetto da SLA e con un sorriso o una piccola lacrima poter portare un pò di gioia a chi deve lottare contro questa malattia degenerativa ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *