Beppe Braida

Beppe-Braida-a-Varazze Torinese, cabarettista ed attore dal 1989, Beppe Braida è riuscito a ritagliarsi un posto di tutto rispetto nel mondo della comicità italiana grazie alla sua verve tagliente e irriverente che da sempre lo ha contraddistinto.

Vincitore nel 1992 del Festival nazionale del Cabaret, esordisce nel 1997 in teatro, con la regia di Filippo Crivelli, nella commedia “Non aprire la porta scorrevole” prodotta dalla Compagnia Torino Spettacoli. Nel 1998 entra a far parte del progetto N.B.C. dello Zelig di Milano e successivamente partecipa ad alcuni Zelig Show.

Nel 1999 vince a Paestum il Premio Charlot, mentre nel 2000 è comico rivelazione a L’Oscar del mare di San Remo.

E’ del 2006, invece, il prestigioso Premio Satira Politica di Forte dei Marmi. Ed è proprio la satira politica e quella legata all’informazione che gli “regalano” nove querele che non impediscono a Braida di continuare a dire la sua e sparare a zero sui protagonisti della vita politica e pubblica italiana.

Il grande pubblico lo apprezza a Zelig dove è uno dei protagonisti principali dal 2004 e fino all’ultima edizione,in cui grazie al ruolo di giornalista Tv comico e ai suoi fortunati tormentoni (celebre il suo ATTENTATOO!), si ritaglia un ruolo di tutto rispetto tra i nuovi comici del panorama italiano.

Se ne accorge anche Antonio Ricci il padre del più famoso tg satirico, che lo chiama a condurre per una puntata Striscia la Notizia e lo invita a realizzare diversi siparietti improvvisati con il direttore del Tg 4 Emilio Fede, suo bersaglio preferito.

Una comicità a 360 gradi, fatta di improvvisazione e intrattenimento che gli aprono la porta principale di Colorado, la trasmissione comica di Italia Uno, che nella stagione appena conclusa lo ha voluto come presentatore del fortunato format, scoprendo cosè anche le doti di presentatore e capocomico.

Agli inizi di luglio di quest’anno, Rossella Izzo lo chiama per una parte nel film tv, in onda a Natale su Canale 5 e che vede protagonisti Gerry Scotti e Maria Amelia Monti, sugli schermi a dicembre.

Spenti i riflettori, l’estate 2007 lo vede protagonista in tournèe nelle principali piazze della Penisola con il suo spettacolo Segnali di Fumo, grazie al quale ha ricevuto a Cervia, il prestigioso Premio Walter Chiari come Comico dell’anno.

In Segnali di Fumo, il comico piemontese osserva ancora una volta, con sagacia e lucidità, il mondo dell’informazione, ma con una prospettiva tutta nuova: se prima ci dimostrava come fosse possibile per ogni giornalista “rileggere” a proprio modo una notizia, ora l’occhio si è spostato sul pubblico italiano e sul modo di recepire le informazioni e convivere con i mass media.Uno spettacolo ad ampio spettro e ad alta temperatura che ci guida attraverso le mille trappole che attentano alla nostra buona fede, dal giornalismo maccheronico ai maghi catodici, dalle canzoni alla tecnologia, dalle favole al partito unico.

“Italiani.it” è il titolo del nuovo spettacolo con il quale nel 2009/2010 girerà tutta l’Italia.

Dall’ottobre 2010 tutti i martedì al CAB41 di Torino, in qualità di capocomico, “alleva” nuovi comici pronti a calcare i palcoscenici nazionali.

Nell’autunno 2012 debutterà con il nuovo spettacolo dal titolo “Confusi e Contenti”.

Nel 2014 presenta, insieme ai Mammuth, la prima edizione del Talent Show Live “Da che arte stai?” con la collaborazione della Wall Records e di Magia in volo cercando artisti nel piemontese e in Val d’Aosta conclusosi in Saint Vincent con la vittoria della cantante Keyko.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *